Ecco una selezione di accessori per camper e caravan d'uso comune, di quelli che servono quotidianamente.

Uno stendino verticale, comodo perché può essere usato all’esterno o all’interno del camper, utile in estate e funzionale d’inverno, quando, mettendolo nella doccia riscaldata dalla stufa, ci farà trovare la mattina tutto asciutto.

Oppure un tappetino super assorbente, efficace scolapiatti che non occupa spazio, un kit di primo soccorso auto, obbligatorio in alcuni paesi europei, opportuno in tutti. O, perchè no, uno zaino fotografico, per proteggere la nostra attrezzatura.

Insomma, idee un po’ alla rifusa, ma utili, sperimentate, semplici.

  • Possiamo fare molto per aumentare l'autonomia idrica del camper. Spendendo meno di 19 euro, sostituiamo i normali aeratori dei rubinetti con Ecowater e con un piccolo cacciavite regoliamo il flusso che vogliamo ottenere ... fatto.
  • La pulizia di tutto l'impianto dell'acqua potabile del tuo camper ti sta sicuramente a cuore. Sai che con pochi euro, un po' di tempo ed un paio di carichi/scarichi dell'acqua puoi raggiungere un ottimo risultato? Una bustina di Sanigen un paio di volte all'anno ed eliminerai biofilm, mucillaggini e piccole incrostazioni dal serbatoio delle acque chiare e da tutto l'impianto idrico del camper.

  • Normalmente, lavando le stoviglie in camper, come scolapiatti si usa mettere, vicino al lavello, sul coperchio in vetro della cucina oppure sul tavolo della dinette, un canovaccio che, velocemente, si inzuppa completamente. Questo tappetino, al contrario, assorbe tutta l'acqua che cola dalle stoviglie, permettendo di asciugarle poi velocemente. Il supporto per i piatti e le stoviglie (compreso) ne aumenta capienza ed usabilità. E' lavabile in lavatrice. Non occupando spazio nei pensili, è un perfetto scolapiatti da camper.
  • In molti paesi europei è d'obbligo avere a bordo il kit primo soccorso auto a norma DIN: questo lo è. Uniche aggiunte che consiglio sono: un disinfettante, in quanto il kit non lo contiene perchè prevede garze già imbevute, e una confezione di ghiaccio secco. Molto compatto, trova facilmente posto in un pensile della cellula o, per chi è in auto, nel bagagliaio. Contiene un piccolo manuale di primo soccorso anche in italiano. Naturalmente il kit non sostituisce la cassetta con i medicinali d'uso personale
  • Nella mia esperienza camperistica, ho avuto veicoli con wc nautico e veicoli con cassetta estraibile. Non ho preferenze tra i due sistemi, sono entrambi validi, seppur con caratteristiche di uso diverse. Sui miei camper con wc a cassetta mi sono sempre munito di seconda cassetta per aumentare l'autonomia, che comunque mi è servita raramente, vista la facilità di scarico. Sui camper con wc nautico mi sono sempre munito della Roll Tank Fiamma, per poter procedere con lo scarico frazionato. Utile per non dover necessariamente spostare il camper, ma utile anche in quei paesi dove le strutture per il nautico non sono diffuse. Insomma con la Roll Tank ho sempre risolto comodamente. E la uso spesso anche per scaricare le acque grigie. La posiziono sotto il serbatoio che intendo scaricare, lo apro e quando la Roll Tank è piena più o meno a tre quarti, chiudo la valvola o la ghigliottina (perfetto l'adattatore da acquistare separatamente), attendo che finisca il gocciolio, chiudo la Tank e solo allora la muovo. Pulito e semplice.
  • E' uno degli accessori installati praticamente sempre, dai camper puri ai maxi motorhome: la veranda. E' talmente veloce da aprire e chiudere, che viene spesso utilizzata anche per una breve sosta, quando ne è permessa l'apertura. Un paio di picchetti (spilloni) da tenda, e le aste di sostegno sono fissate. Ma se ci allontaniamo dal camper, anche solo per andare in spiaggia, un bruciorino interno, una leggera preoccupazione ci segue: "e se viene un po' di vento?". Se non è tempesta, un'ottima soluzione l'ho trovata in questa fettuccia che tiene la veranda ben attaccata a terra, una molla rende "elastico" l'ancoraggio. Ottima per verande fino a 6 metri. Salva la veranda ed il bruciorino.
  • Il necessario cavo per il collegamento del camper o della caravan alla colonnina dell'elettricità a 220v, classificato H07RN-F 3G, sezione 2,5 mm². Robusto e flessibile è disponibile in più misure.
    La classificazione H07RN-F garantisce cavi con queste caratteristiche:
    • Non propagazione della fiamma
    • Flessibilità e resistenza alle sollecitazioni meccaniche
    • Resistenza agli olii minerali, ai grassi industriali e agli agenti chimici
    • Resistenza all’acqua
  • Indica il livello del gas all'interno della bombola. La misurazione avviene tramite ultrasuoni, appoggiando l'apparecchio contro la bombola e tenendolo orizzontalmente. Il led è verde se, nel punto in cui è poggiato il dispositivo, c'è presenza di GPL, è rosso se in quel punto non c'è GPL. Semplice ed immediato.
  • Tappo per facilitare il riempimento del serbatoio dell'acqua potabile. Mantiene il tubo in posizione per la durata del rifornimento, evitando cadute in terra e limitando la possibilità di introdurre sporcizia. Dotato di fori per la fuoriuscita dell'aria e dell'acqua al raggiungimento del troppo pieno, è utilizzabile con i classici connettori rapidi da giardinaggio (ma io lo uso benissimo mettendo il tubo direttamente sul tappo). Veramente molto comodo.
  • Proteggere efficacemente da accidentali cadute in acqua o da sabbia e fango, materiale delicato ed indumenti, a volte è necessario. E non penso solo a sport quali kayak, canoa o rafting, ma anche a gite in barca, pedalò, gommone. La necessità può presentarsi persino in una semplice giornata ventosa in spiaggia. Apparecchi fotografici, cellulari, tablet ed indumenti, meritano la nostra attenzione. Una sacca stagna è la migliore protezione e, se ben chiusa, protegge il suo contenuto anche se dovesse cadere in acqua. Cressi Dry Bag, stile Tek da 20 litri. Arancione per essere ben visibile. E non solo mare, ma anche neve, fango, sabbia, sporco. Almeno tre giri della chiusura superiore e poi agganciare la fibbia.
  • Un set di tre sacche impermeabili da 5, 10 e 15 litri (quelle da 5 e 15 sono acquistabili anche singolarmente), per proteggere da acqua, fango, sporco, sabbia e polvere attrezzature ed indumenti: cellulari, tablet, vestiti, macchine fotografiche, portafogli, documenti, occhiali, caricabatterie … Ottima impermeabilità. Utili in spiaggia, in bici, in moto, in gommone, in barca, in campeggio, in piscina o per mantenere un cambio all'asciutto nello zaino durante le escursioni. Per chiuderle in modo ermetico, basta arrotolare la chiusura (tre volte) su se stessa, premendo per far uscire l'aria, e bloccare con la fibbia automatica.
  • Kit di primo soccorso per ciclisti e motociclisti a norma DIN 13167. Obbligatorio come dotazione di bordo sui mezzi di trasporto in alcuni paesi europei (verificare l'obbligatorietà prima di entrare nel paese) e consigliato in altri.Come già segnalato per le auto, consiglio di aggiungere una confezione di disinfettante in quanto anche questo non lo contiene prevedendo garze già imbevute, ed una confezione di ghiaccio secco.E' presente un piccolo manuale di primo soccorso.Molto compatto, trova posto in qualsiasi zainetto o nel sottosella della moto.
  • Da appassionato di fotografia non può mancare tra gli accessori che utilizzo, uno zaino fotografico. Personalmente uso quasi sempre questo zaino monospalla della Lowepro perchè è adatto ad una attrezzatura "leggera", è veloce da usare, con un semplice gesto si porta avanti e si accede al contenuto senza doverselo togliere. E' robusto, ha una cuffia impermeabile estraibile (è cucita allo zaino e riposta in una apposita tasca, quindi impossibile perderla o non averla con se in caso di necessità) che lo protegge dalla pioggia, dal vento, dalla polvere, ha cuciture molto ben fatte ed imbottiture ottime. Ne apprezzo proprio la compattezza, il peso e la maneggevolezza. Si indossa sulla spalla destra. Un consiglio: lasciate lo spallaccio leggermente lento, vi permetterà di far scivolare la borsa e portarla sul davanti molto velocemente. Il modello che presento si chiama Lowepro SS Slingshot EDGE 150 AW, ma è disponibile anche il 250 AW, più capiente.
  • L'illuminazione a led in camper è un bell'aiuto all'efficienza energetica e rispetto a pochissimi anni fa è molto più abbordabile economicamente. Questa plafoniera a doppia cupola può essere utilizzata accendendo un solo lato oppure entrambi. Ottima per la sostituzione di plafoniere con lampade ad incandescenza o alogene, è di semplicissima installazione: due fili (senza problemi di polarità) e viti per il fissaggio. Le dimensioni in cm: 29,2 x 13,6 x 9,6. Veramente molto conveniente l'opzione di acquisto di due pezzi. Ne esiste anche una versione a cupola singola di cm 22,2 x 14,4 x 8,8.
  • I cunei di livellamento sono accessori di base per un camper, utili quando non siamo in piano con il nostro mezzo. Senza essere "maniaci del camper in bolla", ci sono volte in cui un'aggiustatina è utile. L'utilizzo è intuitivo, ma un paio di consigli possono essere utili: specialmente nei camper con primo gradino alto per l'ingresso in cellula, se dobbiamo livellare longitudinalmente, meglio mettere i cunei sotto le ruote lato sinistro, se possibile, per evitare di aumentare ancora di più l'altezza da terra; in ogni caso meglio cercare di orientare i cunei in modo da salire assecondando la discesa e non contrastando la salita.
  • Avete mai pensato di monitorare la temperatura del frigo in camper? Avere un termometro digitale con rilevamento dell'umidità, doppio sensore (uno interno ed uno esterno) e memorizzazione della temperatura minima e massima delle ultime 24 ore può essere molto utile. Nessuna installazione da fare, ed è anche economico. Qualche esempio d'uso: in inverno mettiamo il display (ha il sensore integrato) in mansarda ed il sensore da esterno vicino al letto dei ragazzi (c'è differenza tra mansarda e letto a castello), oppure mettiamo il sensore da esterno in cabina di guida, o nel vano bombole (utililissimo), o ancora nel gavone garage. Ed in estate? Display in cellula e secondo sensore nel frigo: la minima e la massima ci diranno cosa è successo nella notte, nelle ore più calde o durante la nostra assenza. Possiamo acquistare anche un ulteriore sensore e metterlo nel congelatore. E vedremo tutto da fuori, senza dover aprire il frigo.
  • E' vero, non siamo in tenda, ma un tirante, un picchetto o una cinghia possono essere utili in cento occasioni: l'ombrellone fa fissare, un telo da mettere in terra, i sostegni della veranda da picchettare, lo stendino da assicurare, aggiungere un tirante alla veranda, una cinghia regolabile per il portabici … E quando qualche cosa serve, non è mai li, a portata di mano. Questa sacca ha tutto: spilloni, pioli, picchetti, tirante, mazzetta in gomma, cinghie e leva picchetti. Tutto disponibile, ben chiuso per non sporcare o bagnare. Utile.
  • Una lampada frontale, leggera ed economica, per avere le mani libere e contemporaneamente illuminare bene quello che abbiamo davanti: utile quando dobbiamo montare le catene da neve, sostituire una bombola del gas, cercare nel gavone non illuminato, stringere quella fascetta sotto al lavello, fare uno qualsiasi di quei piccoli interventi di manutenzione necessari, camminare al buio. Personalmente preferisco un modello a pile, più semplici da trovare nel momento del bisogno rispetto a doverla caricare via usb. Ma questa lampada frontale Petzl è molto versatile, perchè è compatibile con il pacco batterie ricaricabile Core (da acquistare separatamente) e permette di avere a disposizione entrambe le possibilità: lampada frontale a pile AAA e lampada frontale ricaricabile.
  • Petzl E99ACA Core Batteria ricaricabile ad alta capacità per torce frontali Tactikka Core, Tactikka, Tactikka + e Tactikka + RGB Compact.
  • Occasioni per indossare un completo antipioggia da lavoro di certo non mancano: una veranda da chiudere velocemente per un temporale, sedie e tavoli da mettere al riparo, dare una mano a quei ragazzi in tenda, vicini di piazzola, sorpresi dall'acquazzone. Consiglio una taglia comoda, da indossare facilmente e velocemente anche sopra i vestiti, perchè ci riparerà da acqua, fango e sporcizia, meglio se giacca e pantalone separati. Pensate, ad esempio, a quando montate le catene per una improvvisa nevicata. Una tuta economica e di un colore acceso per essere ben visibili. Personalmente ne ho una gialla.
  • Utilissimi per chiudere recipienti di varie dimensioni come tazze, barattoli e ciotole, impediscono la fuoriuscita degli odori e del contenuto in caso di ribaltamento. Sono i coperchi in silicone per alimenti, disponibili in varie misure, anche per le bottiglie. Evitano schizzi e sporco all'interno del frigo e dei pensili, anche durante la marcia del camper. Chiudeteli facendo uscire un po' d'aria per creare l'effetto vuoto all'interno. Un'idea? Utilizzateli direttamente su porzioni di cibo: mezza mela, una cipolla spaccata, mezzo melone ...
  • Capita spesso di sentirsi chiedere se convenga o meno avere il forno in camper. A parte la risposta, del tutto personale, quella del forno di campagna, utilizzato come forno per camper, è una buona soluzione: economica e funzionale. Consiglio la misura più piccola, 30 cm, sia per poterlo riporre più facilmente, sia per l'ingombro sui fornelli. Utile anche per farsi un'idea sull'effettiva utilità, senza spendere molto. Ricordate di utilizzarlo con uno spargifiamma.
  • Una bilancia portatile con grande quadrante, maniglia e robusto gancio in metallo, che funziona sempre, anche dopo mesi di "riposo" nel gavone, infatti non ha bisogno di batterie. Ideale per pesare le bombole del gas, ma anche i bagagli prima dell'imbarco, il pescato … Pesa fino a 34 kg, utile la lancetta manuale per memorizzare il peso iniziale della bombola, ha un metro a nastro incorporato.
  • Un classico da tenere nella cassetta degli attrezzi. Utile in mille situazioni, dalla riparazione d'emergenza alle sigillature. Disponibile in varie colorazioni.
  • Immancabile. Lo stendino è uno di quegli accessori assolutamente immancabili e deve poter essere utilizzato comodamente dentro al camper, specialmente in inverno, quando è necessario per asciugare giacche, giacconi o tute da sci. Messo nella doccia non sta sempre tra i piedi e, con il riscaldamento acceso, la mattina è tutto asciutto e caldo.
  • Per pulire materassi e cuscini del camper c'è un modo semplice, veloce ed economico: utilizzare un batti materasso. E' un elettrodomestico compatto e specializzato, che con una spazzola rotante pulisce a fondo il tessuto, aspira, e con una lampada UV uccide acari, batteri ed allergeni. Consigliato per la casa, l'ho provato anche in camper: veramente efficace.
  • Cosa c'entra un rasoio per capelli con il camper? Se avete la barba e la tenete corta, non troppi capelli, e state fuori qualche settimana, non dovete e non potete dimenticarlo a casa. Io lo uso sia per i capelli che per la barba, la tengo sempre corta, ma visibile. Ne ho provati molti negli anni e questo è di gran lunga il migliore, ed è anche economico. A rete e non a batteria. Un mulo, basta solo lubrificare la lama ogni tanto (la boccetta con l'olio è nella confezione). Perfetto anche per un regalo.