Noleggiare un camper

Noleggiare un camper è spesso il primo passo per conoscere il mondo del turismo itinerante, per provare una vacanza un po’ diversa dal solito e per capire se il il camper fa per te. Ma vorresti scegliere avendo avere qualche informazione in più, sapere che tipo di camper noleggiare, dove noleggiare e magari avere anche un'idea dei costi. Bene, sei nel posto giusto.

Come sempre non ti presenterò una ricetta preconfezionata, ma cercherò di darti tutte le informazioni utili per farti scegliere con più consapevolezza che camper noleggiare, ho anche preparato una check list (scaricala liberamente, non c'è bisogno di registrazione) che ti aiuterà ad avere tutto sotto controllo, dalla scelta al ritiro del mezzo, scaricala da qui.

Se poi vuoi sapere anche qualche cosa in più su come si usa un camper, clicca qui e troverai quello che cerchi.


Noleggiare un camper

"Noleggiare un camper è una scelta delicata, forse addirittura difficile". E' questa, spesso, la prima impressione che si ha leggendo in rete, ma in realtà io penso che noleggiare un camper sia semplice, divertente e, consiglio spassionato, assolutamente da fare. Soprattutto se hai intenzione, poi, di acquistarne uno tutto tuo. In fondo, anche noleggiare il camper sbagliato è un'esperienza che ti aiuterà, più di ogni altra cosa, a capire cosa risponde pienamente alle tue esigenze.

Contenuti dell'articolo

  • Dove noleggiare un camper

    • concessionari associati Assocamp
    • associati Assocamp per regione
    • Blurent, con mezzi anche per persone con disabilità
    • Indie Campers
    • tutti i link ai prezzi ed alle offerte
  • Check list per il noleggio

    • scelta e verifica del camper da noleggiare


Quando noleggiare un camper

Iniziamo con il dire che qualsiasi stagione è buona

In camper in campeggio
In campeggio

La primavera e l’estate ti permetteranno di sperimentare una delle caratteristiche più belle del camper: non si vive solo dentro, ma anche e soprattutto fuori. Sarai sempre già sul posto, tirerai giù le bici e prenderai la pista ciclabile, in un minuto tavolo e sedie ti faranno pranzare sul bel prato di quel campeggio che ti piace tanto, dalla finestra oggi vedi la spiaggia, dalla stessa finestra domani vedrai il passo dolomitico.
Gli impegni scolastici e sportivi dei ragazzi sono in pausa, la voglia di staccare un po’ la spina si fa sentire più forte, le strutture ricettive sono tutte aperte.
In generale non avrai particolari problemi tecnici, al massimo un colpetto di stufa per riscaldare un po’ l’ambiente nelle località più fresche o aprire le finestre per creare quel riscontro d’aria che rinfrescherà la cellula.
Unica attenzione: l’alta stagione estiva, i ponti e le feste comandate. Evitare le località più turistiche ti aiuterà ad apprezzare meglio le qualità di un veicolo come il camper, e scoprirai angoli del nostro paese sbalorditivi ed inaspettati.

L’autunno, con le sue temperature ancora clementi, ti permetterà di assaporare quegli spettacoli naturali legati al cambio della stagione, ai colori della natura che si scaldano, al primo freddo che spesso mostra i ritmi più naturali dei borghi italiani.
Le temperature serali potranno essere un po’ più basse, ma nulla che non possa essere tranquillamente affrontato con la stufa del mezzo, da accendere all’occorrenza secondo le tue esigenze.
A pranzo potrai ancora usare “il fuori” del camper, mangiare al tiepido sole ed ascoltare quel silenzio che i luoghi non affollati sanno regalare.

In inverno, sembrerà strano, apprezzerai appieno il camper poiché il tepore del riscaldamento e una bevanda calda sorseggiata in dinette mentre fuori fa freddo, sono un’esperienza unica, provare per credere.
In questa stagione, in relazione alla temperatura esterna, terrai accesa la stufa, a basso regime, anche quando non sarai in camper, per evirare il rischio di far ghiacciare l’acqua nell’impianto idrico. Solo in presenza di temperature molto rigide, prossime allo zero, dovrai avere qualche accortezza in più, ho trattato l’argomento "camper in inverno" in questo articolo, ma comunque ricordati di farti dare tutte le necessarie informazioni dal noleggiatore.
Attenzione alle strade: gomme invernali quando prescritte e prudenza nella guida.

Torna all'indice

Scegliere la prima meta

scegliere la prima meta
Scegliere la prima meta

Spesso l'occasione per il battesimo del fuoco è un evento al quale hai interesse a partecipare, classici ad esempio l'Oktoberfest o il carnevale di Venezia, oppure una festività importante, come Pasqua o Natale, o, ancora, un ponte particolarmente lungo, quando con un solo giorno di ferie potrai passare anche 4 giorni fuori. Tutte ottime occasioni, naturalmente. Ma se sei alla prima esperienza, scegli una situazione "facile", che ti permetta di svolgere tranquillamente le classiche operazioni di carico e scarico, che non ti costringa a slalom estremi in un parcheggio pieno, che ti permetta di provare come funziona un camper. Potrebbe essere una buona idea fare la prima uscita insieme ad un amico camperista.

Per scegliere una situazione "facile", non dovrai rinunciare a fare una cosa che ti interessa, ma basterà farla, ad esempio, nel momento più adatto. Un famoso parco divertimenti il giorno di ferragosto, oltre ad essere pieno come un uovo, porrà difficoltà di sosta, forse non si troverà la soluzione ideale per pernottare nelle vicinanze, il "tutto esaurito" potrebbe comprendere anche il tuo sistema nervoso.

Ottimo, invece, lo stesso parco divertimenti visitato durante la settimana in un momento di calma (diciamo giugno?), oppure un weekend all'insegna della natura e della bici, in un bel campeggio di una località "minore", o ancora una città d'arte, ma fuori dai momenti "caldi" dei flussi organizzati. E che ne pensi di un agriturismo? Magari cenando da loro e facendo una passeggiata a cavallo il giorno dopo. Anche una bella discesa di "soft rafting", adatta alle famiglie compresi mamma e papà, potrebbe essere un'idea. 

Spesso, tra camperisti, si danno consigli del tipo: vai lì, c'è una bellissima area di sosta, quel campeggio è organizzatissimo, un vero e proprio villaggio, devi andarci ... Il mio consiglio è un po' diverso, per la tua prima uscita scegli una cosa che vuoi fare, un luogo che vuoi vedere, e poi ti organizzi di conseguenza, considerando che, per pernottare, all'inizio sarebbe meglio optare per un campeggio oppure per un'are di sosta, in modo da avere camper service, corrente ed acqua disponibili (devi imparare a gestirle).

Come ultima cosa, ti dico che personalmente non amo i campeggi "villaggio turistico": tre piscine, sauna, campi da calcetto e tennis. Preferisco campeggi piccoli, semplici, tranquilli, dove l'animazione non c'è e non c'è qualcuno che alle 15.30 ti invita in piscina a fare acquagym.

Vuoi qualche consiglio più pratico? Da un'occhiata alla pagina Civorrebbeunidea, troverai spunti interessati per le tue uscite.

Torna all'indice

Che camper noleggiare

E' la domanda fondamentale: quale camper noleggiare? La scelta del mezzo, parlando di noleggio, non è difficile, basterà partire dalle esigenze e da alcune considerazioni di base.
Il camper è uno spazio piccolo, starai gomito a gomito con gli altri, vi "impiccerete" uno con l'altro, quindi è fondamentale inquadrare bene la situazione, definire se si sta scegliendo un camper per due persone, oppure un camper per quattro persone, o attrezzato per persona con disabilità. E' bene porsi delle domande per valutare gli spazi necessari alla convivenza, gli ingombri e le preferenze di guida, che tipo di viaggio si vuole fare.

Valutare gli spazi e gli ingombri

  • in quanti sarete in camper?
  • che tipo di relazioni ci sono tra voi? siete una famiglia, una coppia, due coppie, amici?
  • quanto siete abituati a vivere in spazi piccoli e comuni?
  • preferite più la comodità interna o la maneggevolezza del mezzo?

Che tipo di viaggio si vuole fare

  • quanto starete fuori?
  • pensate di stare fissi in un solo posto o sarà, seppur breve, un viaggio itinerante?
  • per le soste notturne, preferirete campeggi, aree attrezzate, o farete probabilmente anche qualche sosta libera?
  • viaggerete in compagnia di altri camper? I vostri compagni, sono esperti o inesperti? 

Scegliere la tipologia del camper da affittare

camper
Un van

Una breve carrellata, veloce e semplificata al massimo:

un camper puro, o van, o furgonato è un furgone allestito, spazi ristretti al suo interno, ma tutto ciò che serve (bagno, letti, cucina, tavolo). I più piccoli, specie se datati, potrebbero non avere il bagno ed essere caratterizzati nell'uso da una spinta trasformabilità, per esempio non avere un letto pronto ma ricavabile dalla dinette (il tinello, per intenderci), quindi "fai e disfai tutte le volte". Ottimo per la coppia, specie se giovane, disposta a sacrificare un po' di comodità ed abitabilità interna, a vantaggio della maneggevolezza e dell'agilità, per chi è abituato alla tenda, per una sola persona. Per chi ama spazio ed aria, potrebbe risultare un po' stretto.

mansardato
Un mansardato

un mansardato, forse l'icona più tipica del camper, è un mezzo costituito da una cellula abitativa, posta sul pianale di un furgone. E' caratterizzato da una struttura, la mansarda, che poggia sulla cabina di guida, e che ospita un letto matrimoniale sempre pronto ed utilizzabile (in sosta, naturalmente, mai in viaggio). Può avere varie disposizioni interne, letti a castello, matrimoniale in coda, letti singoli. Spazi interni ampi e confortevoli, in genere per quattro persone "è tutto pronto", non c'è da trasformare nulla. Di contro, è esternamente alto (occhio a cartelli, balconi, alberi, sottopassi) e con una sezione frontale ampia, che oppone resistenza all'aria.

un semintegrale, o profilato, è costruito come un mansardato, una cellula su un pianale, ma manca della mansarda, c'è un piccolo cupolino di raccordo tra la cellula abitativa e la cabina di guida. Offre, nella guida, meno resistenza all'aria. In genere ha un letto matrimoniale (o due singoli) sempre pronti e può avere una letto basculante (scende dal soffitto) sulla dinette, e quindi avere quattro posti letto sempre pronti (a patto di far scendere il basculante). Occhio al fatto che il basculante, scendendo, lasci libera (anche solo in parte) la porta d'ingresso e magari permetta di usare la cucina (fornelli ben distanti dal letto) ed almeno parzialmente la dinette sottostante. Ottimo per la coppia, in dipendenza del modello è utilizzabile bene anche dalla famiglia con uno o due figli, a patto di usare sempre il letto basculante.

burstner
Un motorhome

un motorhome, o integrale, è un camper costruito sul pianale di un furgone al quale non è stato montato l'esterno della cabina guida. E' quindi stato progettato integralmente dall'allestitore ed ingloba l'interno della cabina nella cellula. Ha un matrimoniale basculante anteriore che scende sui sedili di guida, in genere ha un matrimoniale in coda o letti gemelli. L'abitabilità interna è caratterizzata dall'integrazione totale dei sedili di guida che fanno parte integrante della dinette, realizzando un tinello unico e spazioso. Comodo e spesso "deluxe" è per la coppia o, in dipendenza del modello e della disposizione, anche per la famiglia con uno o due figli, a patto di usare sempre il letto basculante.

Torna all'indice

Criteri di scelta

Innanzitutto ti consiglio di affittare il camper presso un centro di noleggio ufficiale, questo eviterà sorprese in caso di problemi e ti permetterà di scegliere il mezzo più adatto alle tue esigenze. Importantissimo è avere informazioni precise sull’assicurazione: comprende o meno la kasko, c’è il soccorso stradale, come si fa per chiamarlo, ci sono o no franchigie? Ormai quasi tutti i camper escono dalla fabbrica senza ruota di scorta ma con il kit di riparazione, quindi, molto probabilmente, il mezzo noleggiato avrà questo famigerato kit. Qui ti verrà incontro il soccorso stradale, chiedi esplicitamente al noleggiatore se la chiamata per forature agli pneumatici è compresa nella copertura assicurativa ed in che termini.

Dal punto di vista della portata, e quindi della patente di guida, possiamo dividere i camper in due grandi categorie: entro le 3,5 tonnellate (massa complessiva a pieno carico), oltre le 3,5 tonnellate. E' il libretto di circolazione che fa fede, infatti è li che viene indicata la massa complessiva a pieno carico permessa. Naturalmente la tua patente è il documento che ti abilita o meno alla guida del camper che stai per noleggiare: patente B (la normale patente per le auto) ti permette di guidare un camper fino a 3,5 tonnellate di massa complessiva, la patente C ti permette di guidare camper con massa complessiva superiore alle 3,5 tonnellate, la patente C1 ti permette di guidare camper con massa superiore alle 3,5 tonnellate ma fino a 7,5.

Il noleggio per un week end in genere inizia il venerdi pomeriggio e termina il lunedi mattina. Informati bene su questa possibilità e, se puoi, valuta di tornare direttamente il lunedi mattina in modo da utilizzare al meglio il tuo tempo libero ed evitare le code del rientro domenicale.
Il venerdi sera, al ritiro del mezzo, lascerai (chiedi se sia possibile) l’auto dal noleggiatore per riprenderla al rientro.

Il camper va riconsegnato pulito, ed in particolare vanno scaricati i serbatoi delle acque chiare, delle grigie e la cassetta del wc.

Sicurezza prima di tutto

La scelta del camper da noleggiare va fatta secondo due parametri importantissimi: il numero di posti omologati in marcia ed il numero di posti letto. Le due cose non è detto che coincidano, nel senso che potrebbero esserci più posti letto rispetto al numero di passeggeri omologato per la marcia.

Si viaggia nell’assoluto rispetto dell’omologazione dei posti in viaggio, ogni membro dell’equipaggio deve avere il suo posto con cintura di sicurezza, e deve tenerla allacciata (proprio come in auto) durante gli spostamenti. I bambini devono essere seduti sui loro seggiolini.

Vietato viaggiare a letto, assicurati che ogni sportello, porta, cassetto sia ben chiuso, non lasciare oggetti in giro: volano che è una bellezza. In marcia chiudi sempre le bombole del gas. Attenzione alle finestre che si aprono a compasso, chiudile bene e ricorda anche quelle della mansarda e le botole a soffitto. Le Finestre che si aprono a scorrimento, invece, le puoi tenere aperte, ma attenzione alle tende che vengono facilmente risucchiate fuori.

Buona notte a tutti, ma io leggo ancora un po'

Posti letto i n camper
Equipaggio e posti letto in camper

In sosta, e per la notte, il camper potrebbe essere utilizzabile da più persone rispetto a quelle omologate per la marcia (io stesso ho avuto camper omologati per 4  in marcia ma con 6 posti letto), ma qui ho un consiglio “di vita vissuta”: specialmente se stai fuori più di qualche giorno, lascia che la dinette (cioè il tinello con tavolo e panche), o una delle dinette se ce ne sono due, sia sempre libera, in modo da avere uno spazio utilizzabile da chi non ha ancora sonno la sera o da chi è particolarmente mattiniero. In pratica, ad esempio, camper con 6 posti letto li consiglio per 4 persone. Naturalmente questo non è obbligatorio (ed il costo del camper “sovradimensionato” sarà anche maggiore) ma si starà senza dubbio molto più comodi.

Ma non aveva detto che c'era lo scaldabagno?

Prima di partire, ti farai illustrare dal noleggiatore il funzionamento dell’impianto elettrico, di quello idrico, del gas, del frigo e del riscaldamento, del bagno e dello scaldabagno, il carico dell’acqua e lo scarico delle reflue. La lista sembra lunga, ma sono veramente poche cose, se sei interessato a sapere come si usa un camper, qui trovi tutto. Fatti mostrare dove si trova il libretto di circolazione, l’assicurazione e il libretto delle istruzioni del camper. Chiedi anche se c’è un numero di telefono che puoi chiamare in caso di difficoltà.

Dotazioni dei camper a noleggio

A meno di aver affittato anche un kit cucina o d’altro tipo (in alcuni casi il kit cucina è compreso nel noleggio), il camper ti viene consegnato così, nudo come mamma l’ha fatto.

Però alcune dotazioni di base devono esserci:

  • i dispositivi obbligatori per legge (come il kit di primo soccorso, il gilet alta visibilità, il triangolo …)
  • il cavo per collegarlo alla rete 220v (quello con le prese industriali blu)
  • il tubo in gomma per fare l’acqua
  • i cunei di livellamento

A volte, ma dipende dal noleggiatore, le dotazioni possono essere più ampie e comprendere tanica, torcia, imbuto o altri strumenti potenzialmente utili, è essenziale informasi di volta in volta con il noleggiatore.

Quindi, prima di partire, dovrai provvedere a tutto il necessario per i letti, i cuscini, la cucina, il bagno e l’igiene, la tavola, vettovaglie ecc …
Questa organizzazione è del tutto personale: per un week end potrebbe andar bene un veloce saccoletto per dormire, stoviglie per la colazione e magari un take away per la cena, il pranzo in giro; oppure, per un periodo più lungo o per una famiglia numerosa, bisognerà pensare a tutto il necessario. Ma in ogni caso ricorda: non potrai prendere il camper e partire immediatamente, dovrai provvedere tu a tutto il necessario per la vita di bordo.

Apri la porta, ti siedi al posto di guida, accendi e … parti.

limite di altezza
Occhio ai limiti di altezza

La consegna delle chiavi da parte del noleggiatore è l’inizio del tuo primo giro in camper, è anche il momento dal quale dovrai cavartela da solo.

La guida di un camper non pone particolari problemi, è un furgone che viaggia a pieno carico, quindi peso e dimensioni sono le caratteristiche da gestire. Annota e tieni a portata di mano la misura dell'altezza esterna, della larghezza e della lunghezza, ti torneranno utili in galleria o nei sottopassi, nelle strettoie e nei parcheggi.
La frenata è più lunga rispetto a quella di un’auto, mantieni la giusta distanza (meglio esagerare un po’) con il veicolo che ti precede, in caso di frenata a te servirà più spazio per fermarti, vanno evitate le frenate brusche e le manovre repentine, quindi guida con attenzione e in modo rilassato, direi turistico. Il camper è un veicolo lento, accettalo e goditi il paesaggio, in questo modo consumerai anche di meno.

Rispetto agli altri veicoli sarai seduto più in alto, avrai quindi una migliore visuale del traffico, approfittane per adottare uno stile di guida più sicuro, inizia a rallentare molto prima della coda che vedi in lontananza, mantieni moderata la velocità e segnala sempre in anticipo ogni cambio di direzione. In autostrada non provare a vedere “a che velocità arriva”, non serve a nulla, non farai prima e metterai a rischio il tuo equipaggio e gli altri utenti della strada.

L’altezza del camper, specialmente se mansardato, è sicuramente una dimensione alla quale non sei abituato: i nemici principali sono i cavalcavia ed i tunnel, i cartelli a bordo strada, gli alberi che invadono con la chioma la carreggiata, i balconi dei primi piani.
Se c’è il rischio di urtare qualcosa con la parte in alto a destra della mansarda, marcia al centro della tua carreggiata, senza invadere quella del senso di marcia opposto, ricordandoti di accostare a destra ogni tanto e far passare le auto che dietro avranno iniziato a formare una coda. Per passaggi difficili, stretti o a rischio, fatti aiutare facendo scendere uno dei passeggeri. Tranquillo: litigare tra moglie e marito nelle manovre, è una tradizione alla quale non potrai sottrarti.

Nelle curve, data la lunghezza del mezzo, va tenuta una traiettoria un po’ più ampia e dolce, senza stringere o allargare all’ultimo momento, la fiancata nella parte interna alla curva tenderà a stringere rispetto alla traiettoria, quindi attenzione a veicoli parcheggiati, cartelli, spigoli …
Posteriormente, al contrario, la parte del camper che eccede dall’asse (lo sbalzo) tenderà ad allargare, a scodare, e potrà urtare contro cose ed ostacoli troppo vicini al camper. Tieni conto di questi comportamenti quando guidi nel traffico, sei in un parcheggio o ti muovi all’interno di un campeggio o di un’area attrezzata.

Torna all'indice

Quanto costa noleggiare un camper 

Alla domanda "quanto costa affittare un camper?", non c'è una risposta unica, in quanto si devono prendere in esame vari parametri.

La tariffa del noleggio, infatti, varia in base al periodo (alta o bassa stagione, ponti e feste), al tipo di camper affittato (in genere un mansardato costa meno di un motorhome), ai posti letto (ricordati di fare attenzione ai posti omologati per la marcia).

Utile avere anche un'idea sulla percorrenza, perché la tariffa del noleggio può essere giornaliera con un numero di chilometri già compresi nel prezzo, quelli in più si pagano a parte (ad esempio: alta stagione, 140 euro al giorno con 100 km inclusi, 30 centesimi per ogni chilometro in eccesso), oppure giornaliera con chilometri illimitati (ad esempio: alta stagione 180 euro al giorno senza limite di chilometri), avere idea dell'itinerario da fare ti aiuterà a scegliere la migliore offerta per le tue esigenze.

Altra cosa da considerare è il periodo, che non è solo alta o bassa stagione, ma esistono spesso offerte specifiche, ad esempio "oktoberfest" (numero di giorni e chilometri necessari già inclusi), oppure pacchetti minimi di noleggio, specialmente in prossimità di ponti e festività, ad esempio: Pasqua 7 giorni, ponti 5 giorni, oppure alta stagione minimo 14 giorni.

Ricordati di verificare sempre se il pacchetto che stai considerando è con chilometri illimitati inclusi o meno. Insomma, avere un'idea di massima sul tipo di esperienza che vuoi fare, ti permetterà di scegliere l'offerta e la tariffa più adatta.

Un'idea di costo?

Te la puoi fare facendo un veloce e semplice preventivo sul sito Blurent, basta inserire le date di inizio e fine noleggio e la zona del ritiro. A titolo di esempio (aprile 2021) un noleggio a Roma con ritiro il venerdi e la riconsegna la domenica (escluso periodo di Pasqua), ha un costo tra i 470,00 ed gli 800 euro, in dipendenza del tipo di camper e del numero di posti letto (da 4 a 7 nella mia simulazione). C'è da aggiungere l'eventuale costo di kit voluti (cucina, aria aperta, catene, pulizia finale ...) e una cauzione di 1.500,00 euro (pre autorizzazione con carta di credito).   

Comunque, essendo il costo del noleggio di un camper molto variabile, la cosa migliore che posso fare è fornirti i link a vari centri noleggio: li trovi qui sotto.

 

Dove noleggiare un camper

Centri di noleggio e concessionari

E' forse la domanda più frequente: dove affittare un camper?
La risposta migliore è indicarti professionisti in tutto il territorio nazionale, potrai poi decidere se fare un viaggio "veloce" ed affittare il camper in loco, oppure se prendere un mezzo direttamente nelle vicinanze della tua abitazione.

Una buona rete è rappresentata dai concessionari associati Assocamp, si tratta di centri vendita, accessori e ricambi, officine, noleggio. Il sito Assocamp fornisce una pagina che, tramite opportuni filtri per servizi, ti permette di avere tutte le informazioni che ti sono necessarie. Utile la possibilità di avere informazioni raggruppate per regione. Questa è la pagina Assocamp per il noleggio.

associati Assocamp per regione

Noleggio camper in Abruzzo Noleggio camper nelle Marche
Noleggio camper in Basilicata Noleggio camper in Piemonte
Noleggio camper in Calabria Noleggio camper in Puglia
Noleggio camper in Campania Noleggio camper in Sardegna
Noleggio camper in Emilia Romagna Noleggio camper in Sicilia
Noleggio camper in Friuli Venezia Giulia Noleggio camper in Toscana
Noleggio camper nel Lazio Noleggio camper in Trentino Alto Adige
Noleggio camper in Liguria Noleggio camper in Umbria
Noleggio camper in Lombardia Noleggio camper in Valle d'Aosta

Altra possibilità di noleggio la offre Blurent, con una rete di operatori intermediari e centri noleggio distribuiti sul nostro territorio ed in Europa. Inoltre, almeno per le informazioni in mio possesso, Blurent è l'unica rete in grado di proporre a noleggio mezzi adatti all'uso del camper da parte di persona con disabilità, che comunque abbia la capacità di spostarsi in modo autonomo in carrozzina. Questa è l'offerta Blurent per persone con disabilità, e questa è la home page Blurent.

Indie Campers è specializzata nell'affitto di Van, ha sedi in molti paesi europei e da' la possibilità di consegnare il mezzo in una città diversa da quella in cui si è ritirato. Da qui puoi fare molto semplicemente un immediato preventivo. Ottime tariffe.

Torna all'indice

Check List per il noleggio

Ho preparato una check list che può esserti utile sia al momento della prenotazione del noleggio, per avere un promemoria sulle cose da chiedere al noleggiatore, sia al momento del ritiro. Contiene anche cose che normalmente non sono comprese nel noleggio (ad esempio il tavolo e le sedie da campeggio), le ho inserite perchè in questo modo avrai evidenza di ciò che manca, potrebbe servirti e dovrai provvedere a portare con te. Non contiene effetti personali, vestiario, necessaire per l'igiene personale. Puoi scaricare la list da qui.

Check list per il noleggio

Torna all'indice

Mi piacerebbe che tu lasciassi un commento qui sotto, anche breve, solo poche parole, mi aiuterebbe a tenere vivo questo articolo, a completarlo, migliorarlo. Io avrò cura di risponderti, qui o in privato. Ti ringrazio in anticipo e ...

… torna a trovarmi!

Ringraziamenti per le immagini

Il van al mare è di Jan Alexander da Pixabay

Il van rosso è di Jan Alexander da Pixabay

Il cartello del limite di altezza è di OpenClipart-Vectors da Pixabay


Aggiungi un commento

  • Nessun tag HTML consentito.
  • Linee e paragrafi vanno a capo automaticamente.
  • Indirizzi web ed indirizzi e-mail diventano automaticamente dei link.