bambini in camper

In camper con i bambini, idee e mete per un weekend in camper o una vacanza adatta alla famiglia, informazioni sulla sosta notturna, diurna e sulla viabilità.


In questo articolo

Idee e spunti: parchi avventura, oasi Wwf, boschi, grotte e miniere, con tutti i link utili 

una raccolta di mete: in forma di schede ordinate per regione, con tutte le informazioni necessarie per chi usa il camper


Idee e spunti

Non c’è dubbio, nei nostri viaggi in camper dobbiamo per prima cosa pensare a loro. A chi? Ma ai nostri ragazzi, naturalmente. Loro, lo sappiamo, sono magici, ed hanno il potere incontrastabile di far diventare eccezionale qualsiasi cosa, oppure di renderla infernale. Ma in fondo, gioia o inferno che sia, si tratta sempre della stessa cosa:

programmare qualcosa di interessante e divertente per loro.
 

Durante i trasferimenti la nostra fantasia di genitori è inversamente proporzionale all’età dei ragazzi, più piccoli sono e più cerchiamo di occuparli con giochi, canzoni, piccole sfide, se la sicurezza di marcia lo permette, aiutano anche un film o un cartone animato, magari visti attraverso un tablet.
Poi, crescendo, sono cellulari, smartphone e social network a prendere il sopravvento.

Ma se durante gli spostamenti bisogna “ammazzare il tempo”, inserire nelle nostre uscite qualche cosa di loro interesse, non solo è importante, ma anche piacevole. Quindi ben vengano parchi divertimento, avventura, bioparchi, musei interattivi e tutto quello che ci viene in mente, purché adatto alla loro età.
Le possibilità sono molte e non si limitano alle sole attrazioni realizzate appositamente per il divertimento, possiamo considerare anche spettacoli naturali come grotte e cascate, oppure miniere visitabili o ricostruzioni di villaggi e antichi stili di vita, fattorie, malghe ed animali. Naturalmente parliamo sempre di luoghi turistici, attrezzati, con visite guidate ed attività svolte in tutta sicurezza.

Un parco avventura
Un parco avventura

Un parco avventura è composto da percorsi aerei di varie difficoltà attrezzati con corde, cavi e passaggi sospesi. I ragazzi, ma con loro anche i papà e, perché no, le mamme, possono testare le loro capacità divertendosi in sicurezza. Essenziale l’assistenza del personale qualificato che, prima di iniziare, darà tutte le informazioni necessarie per affrontare il percorso, i ragazzi più piccoli dovranno essere accompagnati. Un’unica regola generale da tenere presente: essere sempre agganciati al cavo di sicurezza, mai sganciare entrambi i moschettoni contemporaneamente. L’associazione dei parchi avventura italiani (PAI) fornisce l’elenco di tutti i parchi ordinato per località.

Un’altra risorsa utile è rappresentata dalle oasi del WWF che danno l’opportunità di conoscere da vicino diversi ambienti naturali ed ecosistemi. Il WWF, non c’è neanche bisogno di dirlo, non rappresenta solo svago, ma anche educazione ambientale “sul campo”, ed organizza campi estivi, escursioni, visite in bici ed in barca, week end a tema. Il sito del WWF presenta le oasi dedicando a ciascuna di esse una scheda informativa.

I musei per bambini e per ragazzi non sono certo bacheche e teche da guardare. Conoscere sperimentando e giocando è quello che propongono. Con i loro spazi ludici interattivi, esperienze multimediali e laboratori interesseranno sicuramente i nostri ragazzi, grazie anche all’indicazione della fascia d’età a cui le varie esperienze sono rivolte. Non solo scienza, tecnologia e storia, ma anche conoscenza del mondo degli adulti attraverso il gioco educativo. Sempre sotto l’occhio vigile, ma soprattutto orgoglioso, di mamma e papà. Segnalo l'ottima ed aggiornata selezione di musei e mostre per bambini, presentata nel sito www.familygo.eu.

I castelli, che in Italia sono sparsi su tutto il territorio nazionale, con dame, cavalieri, principesse e passaggi segreti accenderanno certamente la fantasia dei più piccoli. Niente quadri, sale del trono, collezioni di alabarde o gioielli, sceglieremo il nostro castello in base alle “cose da fare”: mascherarsi, truccarsi, impiastricciarsi, cucinare, tirare con arco e frecce e via dicendo.

Parco della preistoria a Rivolta d'Adda
Parco della Preistoria a Rivolta d'Adda (CR)

Un altro grande classico è rappresentato dai dinosauri che, sebbene estinti circa 65 milioni di anni fa, sono ricomparsi in massa grazie a Jurassic Park. Dalle orme lasciate in terra, alle ricostruzioni a grandezza naturale, passando attraverso i fossili, sono parecchi i luoghi, in Italia, dove è possibile incontrarli. Visitare uno dei parchi con i dinosauri è sempre una buona idea, dovremo solo scegliere quello più adatto. Il problema potrà essere che i nostri ragazzi ci chiederanno di tornarci. In alcuni casi questi parchi offrono anche l’incontro con pecore, capre, cavalli, tartarughe ed altri animali vivi, sono in genere presenti aree giochi e, a volte, perfino i barbeque.

In camper con i bambini - Miniera d'oro della Guia
Miniera d'oro della Guia a Macugnaga (VB)

Le miniere visitabili con guida e percorso turistico sono molto interessanti, ci permettono di portare i ragazzi in un mondo sconosciuto ed avventuroso, per noi adulti rappresentano uno spaccato della dura vita dei minatori. A volte le visite iniziano con il trenino di vagoncini che percorre le rotaie utilizzate dai minatori per trasportare il materiale estratto, a volte c’è un ascensore da prendere. Quando poi vengono forniti caschetti ed impermeabili, l’euforia sarà proprio al top.

In Italia le grotte visitabili sono parecchie, ovviamente parliamo di turismo e quindi di percorsi controllati ed attrezzati per garantire la sicurezza dei visitatori, in effetti si tratta di passeggiate speleologiche godibili da grandi e piccini. Stalattiti, stalagmiti, laghi sotterranei e colori del tutto inusuali, colpiranno la fantasia dei più piccoli della famiglia.

Viaggi in camper
Centro Rafting Gaia a Serravalle di Norcia (PG)

Alpi ed Appennini sono ambienti naturali che permettono di vivere coinvolgenti esperienze a contatto con la natura, ma quando si incontrano laghi, fiumi e torrenti? Di certo l’acqua non ferma né la fantasia, né la voglia di avventura, e allora, ragazzi: rafting. Chiamatelo slow, chiamatelo family, chiamatelo soft, ma sempre rafting è. Un breve briefing iniziale, nel quale vengono spiegate tecniche e percorso, una “vestizione”, caschetto, giubbotto, pagaia e, entusiasmo alle stelle, inizia la divertente discesa in gommone per bambini, con esperte guide a bordo. E mamma e papà? Naturalmente a bordo del gommone anche loro, insieme l’avventura sarà indimenticabile.

Le schede

E dopo questa veloce carrellata, passiamo a quanto promesso: idee e mete per una vacanza o un weekend in camper.

Per semplificare la consultazione, ho realizzato delle schede con tutte le informazioni necessarie per scegliere una meta, comprese quelle per la sosta del camper diurna e notturna.

Le scede sono raggruppate per regione e sono in continuo aggiornamento. Sono qui: bambini in camper.

Un’ultima cosa: avete qualche attrazione, luogo, attività da segnalarmi? Inviatemi una email o inserite un commento qui sotto, sarò ben contento di aggiungerla a questa raccolta.

 

Aggiungi un commento

  • Nessun tag HTML consentito.
  • Linee e paragrafi vanno a capo automaticamente.
  • Indirizzi web ed indirizzi e-mail diventano automaticamente dei link.