app per camper

Spesso si parla di App per camper, ma quali sono le più utili? Oltre alle solite per cercare aree di sosta o impostare un itinerario, ce ne sono altre interessanti per un camperista? Io qualche idea ce l'ho.

A gennaio 2007 nascevano ufficialmente in casa Apple le APP, nomignolo in stile web 2.0 affibbiato alle mobile application che oramai tutti conosciamo. Ed è indubbio che oggi il nuovo web siano proprio loro, le APP. Praticamente ce n’è una per ogni necessità, dalle più futili a quelle più necessarie, ed è praticamente impossibile pensare ad un mondo senza di loro. E allora, perché non fare un elenco delle APP per camper più utili (almeno secondo me)?

La mia lista è aperta, hai qualche APP che usi e che potrebbe essere utile conoscere? Segnalamela nei commenti, la inserirò in questo elenco.

Quando si parla di APP utili per chi viaggia in camper si pensa principalmente alle solite: il navigatore satellitare e la mappa delle aree di sosta e dei camper service. Ma sei sicuro che non ce ne possano essere altre utili?

Immagina le situazioni che ti si possono presentare in viaggio, sia in Italia che all’estero, e l’elenco si farà sicuramente più lungo.

 

APP per strade, percorsi e tappe

van in viaggio
in viaggio

Non sono il tipo che accende lo smartphone, avvia il navigatore e lo tiene sempre attivo per tutto il percorso da casa a lavoro. Per me il navigatore ha due funzioni principali: suggerirmi la strada quando serve (in genere in città che non conosco, o nell’ultimo tratto per arrivare ad un’area di sosta, per rimettermi in strada dopo aver sbagliato direzione), darmi indicazioni sul traffico (anche in questo caso, quando serve, quando vedo o sento alla radio di rallentamenti). Insomma, non lo tengo acceso fisso in autostrada o sulle statali, mi piace molto di più seguire la strada con la mia attenzione ed il mio senso d’orientamento, che non è proverbiale, sbaglia, ma va bene così.
Detto questo, tra le molte proposte di APP per navigazione satellitare, ne uso due:
Google maps, perché praticamente è universale e contiene veramente molte informazioni su punti d’interesse utili (anche solo benzinai, bancomat, farmacie, pizzerie e tutto ciò che ti può venire in mente).
Waze, che invece ho scelto tra vari navigatori, ha una grafica pulita e buon aggiornamento sulle condizioni del traffico (questa funzione la uso ad esempio per decidere quale verso del GRA di Roma percorrere), per me ha anche una buona guida vocale. Quando la uso, utilizzo anche i veloci ed intuitivi tasti a disposizione per condividere segnalazioni su ingorghi, lavori in corso ed incidenti.
Qualcuno obietterà che entrambe le APP non hanno indicazioni specifiche per i camper, del tipo strade non percorribili, passaggi bassi, tunnel o strettoie. È vero ma, ripeto, non mi affido ciecamente alla navigazione satellitare, la uso solo come ausilio. D'altronde, prima delle APP, come facevamo? Cartina e informazioni.

Torna al menu

Prezzi benzina, gpl, diesel

benzina
carburante

Viaggiando in autostrada è semplice avere informazioni sulla prossima area di servizio, sulle tipologie di carburante che troverai e sui servizi offerti. Ma spesso, proprio perchè tugirincamper, ti troverai a percorrere strade statali o secondarie. Sapere dove sono i distributori intorno a te e che carburanti vendono è certamente utile, se poi a questo aggiungi informazioni sui costi, allora puoi scegliere anche il distributore più conveniente.

Due sono le APP che ti segnalo, entrambe con informazioni compete e chiare:

  • Prezzi Benzina
  • Fuelio, per i patiti del controllo di gestione, perchè permette di inserire i dati sul rifornimento appena fatto (spesa e litri) e tiene sotto controllo costi e chilometri percorsi. Non c'è in versione iOs, ma sullo store Apple ci son molte alternative (che non conosco e quindi non posso segnalare).

Torna al menu

 

APP per sosta notturna e camper service

sosta notturna
sosta notturna

Se si tratta di cercare un’area attrezzata, un campeggio o un camper service, le APP si rendono veramente utili, sicuramente molto più funzionali rispetto alle vecchie pubblicazioni che circolavano una volta. Già solo con la funzione “cerca nelle vicinanze” ci risolvono il problema. Certo, non sempre le informazioni che danno sono aggiornate, ma le aree che censiscono sono di solito veramente molte ed è difficile mantenere i dati costantemente allineati, specialmente pensando allo stato d’uso delle strutture. Per questo, secondo me, è meglio avere un paio di APP di questo tipo.
Alcune offrono sia la versione free che a pagamento, io non ho mai usato il secondo tipo.
In quanto ad usabilità, tutte danno la possibilità di avere informazioni sulle aree di sosta nelle vicinanze (si basano sulla posizione GPS), oppure spostandosi con la mappa su una specifica zona, o fare una ricerca per luogo o struttura.
Come le uso: personalmente in modo molto semplice, direi anche limitato, in quanto non faccio mai percorsi dettagliati programmando soste e date; quando arrivo in un posto, semplicemente vedo che possibilità ci sono in quella zona. Uso solo le informazioni per le aree di sosta, i camper service, i campeggi. Per le soste in libera, faccio da solo.
Alcune di queste APP danno anche informazioni aggiuntive, tipo officine, punti panoramici, itinerari, consigli d’uso e manutenzione. Eccone tre:

Torna al menu

Parlare tra camper e camper quando non viaggi da solo

cbtalk
comunicare tra camper

Anni fa, prima dell’avvento della telefonia mobile, c’era un sistema utilizzato per comunicare durante un viaggio: il CB.
Il CB (significa Citizen band, con riferimento alla banda 27 Mhz utilizzata dalle apparecchiature), conosciuto anche come baracchino, è un ricetrasmettitore radio con cui è possibile scambiarsi informazioni in ogni condizione. Questo perchè i CB comunicano tra loro direttamente, entro certe distanze, in quanto generano il segnale radio utilizzato per la trasmissione.
Però, senza entrare in tecnicismi che comunque reputo interessanti, la caratteristica che, camperisticamente parlando, è interessante dei baracchini è che trasmettono in maniera circolare, cioè tutti sentono tutto.
Detto ciò, esiste una bella APP che simula il CB, si chiama CBTALK, è della Midland, storica azienda che progetta e costruisce ricetrasmettitori. Dico che “simula il CB” perché in realtà tutto avviene tramite internet, quindi se “non c’è campo” non funziona, e non essendo un CB non può essere usata per parlare con i veri CB, ma permette la comunicazione circolare, quindi tutti sentino tutto.
Immagina di fare un viaggio in tre camper, è utile poter avvertire tutti gli altri che ci si vuole fermare per un caffè, oppure per fare benzina, o ancora avvertire chi è in testa che deve girare a destra.
Unica cosa da considerare è che, siccome tutti sentono tutto (anche chi non è del nostro gruppo), è richiesta educazione e riservatezza (evita di trasmettere informazioni personali).
L’APP ha varie funzioni, ma per il nostro scopo la più semplice ed immediata è quella di far sintonizzare tutti gli equipaggi su uno specifico canale (CH) ed impostare la distanza entro la quale deve funzionare (in modo da non sentire che trasmette da lontano). Per parlare si deve "spingere" il tasto apposito (si chiama tasto PTT push to talk).

Consuma circa 1 GB ogni 30 ore di utilizzo, all’estero la sconsiglio, visti i pochi GB in genere previsti dai piani tariffari.

Torna al menu

Colazione, oběd, kvöldmatur

traduttore
paese che vai, lingua che trovi

Si, è vero, siamo fortunati, come si mangia in Italia non si mangia da nessun’altra parte. Ma per me è d’obbligo: paese che vai, cucina che provi.

Oramai siamo abituati a vedere quei plasticotti con le foto a colori sgargianti dei “piatti tipici”, in quelle strade con i “butta dentro” dei locali uno appiccicato all’altro. Ma il camper ci permette di uscire dai circuiti turistici omologati, anche se è sempre più difficile.

Era il 1994, e in una locanda (mi piace chiamarla così) tra Praga e České Budějovice, a pranzo (oběd) trovammo un menù sul tavolo in … Ceco e senza figure: era perfetta. Il nostro inglese turistico a poco ci servì, quindi ordinammo indicando al cameriere i piatti che vedevamo sul tavolo dei nostri vicini, che a giudicare da come parlavano con il cameriere, erano persone del luogo in pausa. 

Oggi sarebbe stato più facile, perché con Google Lens puoi puntare il cellulare su un menu e te lo traduce. Ha anche le funzioni di ricerca, basta puntare la fotocamera su una cosa e ti dice cosa è (prova con le foglie degli alberi, o con i fiori), legge i codici a barre, ottimo anche per fare la spesa nei supermarket all’estero. E se il tuo menù non dovesse riuscire a tradurlo bene, ancora meglio, lo ricorderai per molto tempo.

Torna al menu

Muoversi co i mezzi pubblici

autobus
autobus

Ne ho già parlato, la mia APP preferita è Moovit. Utilizzabile praticamente ovunque (oltre 3000 città nel mondo), ti da informazioni su fermate, orari, percorsi di bus e treni.

Devi essere al Louvre per le 10.00 perché hai prenotato un tour in italiano? Imposta la località di partenza (va bene il Camping de Paris?), la destinazione e l’orario d’arrivo desiderato. Fallo la sera prima e saprai come dovrai muoverti, e poi … esci un po’ prima, meglio un caffè in un bistrot che saltare il giro in italiano.

Il menu hamburger ti permette di cambiare nazione e città (altrimenti va col GPS), e per noi camperisti è molto utile perchè ci permette di scegliere il campeggio o l’area attrezzata con il miglior collegamento pubblico per raggiungere un determinato luogo.

Torna al menu

Sicurezza stradale in Europa

kit primo soccorso
kit primo soccorso

Going abroad, l’APP della Commissione Europea sulla sicurezza stradale. Per ogni paese vengono date informazioni sulle dotazioni di sicurezza da avere a bordo: catene, kit primo soccorso, giubbotto, kit lampade, e tutto ciò che è previsto.

Non solo dispositivi obbligatori, ma anche limiti di velocità, cinture di sicurezza, semafori, tasso alcolemico, casco e altre regole specifiche. L’APP, per dichiarazione della Commissione Europea, è solo per scopo documentativo e potrebbe non essere aggiornata immediatamente a fronte di qualche variazione, il sito di riferimento ufficiale da consultare è Mobilità e trasporti | Sicurezza stradale (europa.eu). Nel in caso in cui le informazioni fornite dal sito o nell’APP, non coincidano con le norme di un paese, prevalgono sempre queste ultime.

Torna al menu

L’acqua è un bene ...

acqua
l'acqua è di tutti

... e noi camperisti lo sappiamo meglio di altri. Sapere dove sono le fontanelle è avere il libero accesso all’acqua, e questo non ti serve solo per riempire il serbatoio del camper, ma anche per limitare l’uso di bottiglie di plastica usa e getta e contribuire a disincentivarne l'uso, per una più ampia visione ecosostenibile.

Ad esempio, a Roma, i nostri “nasoni” sono a tua disposizione mentre visiti la città, porta una piccola borraccia con te e … l’acqua fresca la trovi ovunque. Ci sono varie APP di questo tipo, io sul mio telefono ho Fontanelle d’Italia. Non esiste per Apple, ma nello App store ce ne sono di simili (non le segnalo perchè non le ho potute provare). 

Torna al menu

Ringraziamenti per le immagini

L'immagine di apertura con le APP è di Gerd Altmann da Pixabay

Il van in viaggio è di OpenClipart-Vectors da Pixabay

Il campeggiatore in tenda è di Clker-Free-Vector-Images da Pixabay

Il coccodrillo con la farfalla è di GraphicMama-team da Pixabay

La comunicazione con i barattoli è di Peggy und Marco Lachmann-Anke da Pixabay

L'autobus è di Katherine Ab da Pixabay

Il kit di primo soccorso è di Eduardo RS da Pixabay

Lo smartphone col traduttore è di mohamed Hassan da Pixabay

Il distributore old style è di OpenClipart-Vectors da Pixabay

Aggiungi un commento

  • Nessun tag HTML consentito.
  • Linee e paragrafi vanno a capo automaticamente.
  • Indirizzi web ed indirizzi e-mail diventano automaticamente dei link.